ispettori

Incontro tra Ispettori, ISS e ACSSA

Giovedì, 20 giugno 2019 – L’incontro dei nuovi Ispettori con il Direttore dell’Istituto Storico Salesiano (ISS), don Thomas Anchukandam, e...

16 giugno 2019 - Baumkirchen - 1-1-1

NOMINA A MEMBRO ONORARIO DELL’ASSOCIAZIONE CULTORI DI STORIA SALESIANA DELL’ARCIVESCOVO EMERITO DI SALISBURGO DR. ALOIS KOTHGASSER SDB

  Il 16 giugno 2019, a Baumkirchen (Austria), il segretario dell’Associazione Cultori di Storia Salesiana (ACSSA) don Stanisław Zimniak ha...

11 maggio 2019 - 1

Seduta della Presidenza Mondiale ACSSA – 11 maggio 2019

  Sabato 11 maggio 2019 all’Università Pontificia Salesiana (UPS) si è svolta la riunione della Presidenza mondiale dell’ACSSA. Erano presenti:...

Assemblea - 30 marzo 2019 (002)

L’Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano – 30 marzo 2019

Sabato 30 marzo 2019 all’Università Pontificia Salesiana (UPS) si è svolta l’Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano (ISS). Erano presenti: don Thomas...

provoost

Wim Provoost: Correspondence Belge de don Bosco (1879-1888)

Au XIXe siècle, de nombreux catholiques considéraient Don Bosco comme un saint vivant. En Belgique aussi, son choix radical pour...

gruppo nairobi

2ème SEMINAIRE CONTINENTAL ACSSA-AFRIQUE ET MADAGASCAR (Afrique et Madagascar du 4 au 9 mars 2019 Nairobi)

 SULLE ORME DEI NOSTRI PIONIERI NELLA MISSIONE SALESIANA Don Bosco Youth Educational Services (DBYES) Dagoretti Maarket Road P.O. Box 2...

47090879441_8bacbaff86_z

“Relevant Salesian Figures of the 20th Century in East Asia”

4th ACSSA EAO CONFERENCE ON SALESIAN HISTORY SAMPRAN, THAILAND | 10-15 FEBRUARY 2019 Dates:    10 to 15 February 2019...

Oratorio salesiano 1

L’Oratorio salesiano: un passato da condividere e un futuro da inventare

“L’oratorio salesiano: storia, testimonianze, prospettive” è il titolo del seminario di studio che si è tenuto giovedì 13 dicembre 2018...

riunione iss

Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano – 20 novembre 2018

Martedì 20 novembre 2018 all’Università Pontificia Salesiana (UPS) si è svolta l’Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano (ISS), a cui ha partecipato...

equipe acssa brasil e secretarios inspetoriais

VIII ENCONTRO ACSSA BRASIL E SECRETÁRIOS/AS INSPETORIAIS – 04 a 06 de setembro de 2018

No quinto ano de existência da ACSSA Brasil, a Equipe e Secretários/as Inspetoriais reuniram-se em Brasília DF para formação, avaliação...

< >

Category: Senza categoria

L’Oratorio salesiano: un passato da condividere e un futuro da inventare

Oratorio salesiano 1

L’oratorio salesiano: storia, testimonianze, prospettive” è il titolo del seminario di studio che si è tenuto giovedì 13 dicembre 2018 presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma, organizzato dall’Istituto Storico Salesiano (ISS), dal Centro Studi Don Bosco (CSDB) e dalla Facoltà di Scienze dell’Educazione (FSE) della stessa Università (UPS).

Dalla giornata di studi è emersa la diversa inculturazione, tanto teorica che pratica, che gli oratori salesiani hanno vissuto a seconda delle contingenze storiche del territorio e della stagione socio-religiosa propria dei giovani in ogni epoca. Come logica conseguenza della riflessione storica si è imposta un’attenta presentazione delle prospettive per gli oratori e dei centri giovanili del prossimo futuro.

Aperto dai saluti del prof. Thomas Anchukandam, Direttore dell’ISS, e del decano della FSE, prof. Mario Llanos, e moderato dal Segretario di coordinamento dell’ISS, prof. Stanisław Zimniak, il seminario è stata l’occasione per la presentazione da parte del prof. Carlo Nanni (UPS) del volume: P. Braido, Una vita per lo studio, i giovani e l’educazione, a cura di C. Nanni, F. Casella, F. Motto (Roma, LAS 2018) e da parte del prof. Paolo Alfieri (Università Cattolica di Milano) del volume: P. Braido, Per una storia dell’educazione giovanile nell’oratorio dell’Italia contemporanea. L’esperienza salesiana. Introduzione di Paolo Alfieri (Roma, LAS 2018). Le due ampie relazioni sono state ricche di spunti di riflessione per l’attualità, all’insegna della riflessione teorica sugli oratori.

Successivamente sono stata brevemente illustrate quattro esperienze oratoriane diverse nel tempo e nello spazio, a loro modo esemplificative di diverse realtà: Un oratorio salesiano reinventato nel nuovo mondo: S. Francisco, 1900-1930 (prof. Francesco Motto – ISS); Un oratorio salesiano sfidato dal regime fascista, Latina, 1930-1945 (prof. Clemente Ciammaruconi); Un oratorio salesiano nelle catacombe, Slovacchia, 1950-1970 (prof. Michal Vojtáš – UPS); L’oratorio paradigma delle FMA di Valdocco, 1960-1980, (sr Paola Cuccioli, FMA).

La relazione conclusiva, “Verso il futuro degli oratori salesiani”, è stata a tenuta da Giovanni d’Andrea, presidente dell’associazione “Salesiani per il Sociale” (SCS) che ha presentato le tante sfide degli oratori-centro giovanili di oggi: dall’emarginazione, all’interculturalità, dal mondo digitale alle nuove povertà, dalla cultura del lavoro ai riconoscimenti professionali, dagli oratori senza strutture alle alleanze educative…

Il seminario realizzato si pone in perfetta consonanza con il n. 143 del Documento finale del Sinodo dei Vescovi sui giovani: “Gli oratori e i centri giovanili e altre strutture simili (…) trasmettono un patrimonio educativo molto ricco, da condividere su larga scala (…). Nel dinamismo di una Chiesa in uscita è però necessario pensare a un rinnovamento creativo e flessibile di queste realtà”.

oratorio salesiano 5 oratorio salesiano 4 oratorio salesiano 3 oratorio salesiano 6

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano – 20 novembre 2018

riunione iss

Martedì 20 novembre 2018 all’Università Pontificia Salesiana (UPS) si è svolta l’Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano (ISS), a cui ha partecipato il Rettor Maggiore, don Ángel Fernández Artime. I membri presenti sono stati: don Thomas Anchukandam, don Francesco Casella, don Miguel Canino, don Aldo Giraudo, don Francesco Motto, don José Manuel Prellezo, don Giorgio Rossi e don Stanisław Zimniak. Era assente: signor Iván Ariel Fresia.

Dopo la preghiera il Direttore dell’ISS, don Thomas Anchukandam, ha salutato tutti i presenti, rivolgendosi con una parola di riconoscenza per la molto gradita presenza del Rettor Maggiore, don Ángel Fernández Artime. Il Rettor Maggiore ha risposto all’appello dei Membri dell’ISS al fine di parlare della situazione attuale dell’ISS e delle prospettive per il suo futuro. Un incontro d’importanza perché ha permesso di scambiare i pareri dopo il trasferimento dell’ISS nel campo universitario dell’UPS (nell’autunno 2017) e dopo la decisione, presa dal Rettor Maggiore, con il suo Consiglio generale, di inserirvi l’ISS in modo stabile, pur rimanendo alla sua dipendenza (veda la lettera del suo Vicario, don Francesco Cereda, del 16 febbraio 2018). Quindi è stata conclusa una epoca e incominciata una nuova fase d’attività in ambiente che pone non solo nuove sfide per l’ISS, ma crea anche le nuove opportunità.

Alla presenza del Rettor Maggiore, compreso dei suoi opportuni interventi di chiarimento o di precisazione, i Membri dell’ISS hanno trattato i seguenti temi: la relazione del Direttore, don Anchukandam, sull’attuale situazione della biblioteca dell’ISS, la cui sistemazione definitiva richiederà ancora tempo. Il segretario in termini sintetici ha riferito sulla riunione del Consiglio Direttivo, seguito da quello della Redazione delle “Ricerche Storiche Salesiane”, svoltosi il 19 ottobre 2018. Il Direttore ha raccontato sulla recente nomina del signor Iván Ariel Fresia, salesiano argentino, come Membro Associato. Ora permane la questione di concordare con lui le modalità di cooperazione con l’ISS, cioè circoscrivere i campi di indagine storica. Ha analizzato la situazione del personale, evidenziato che sulla lista siamo addirittura nove, ma in verità sono quattro che si impegnano per portare avanti la ricerca e da sottolineare che tre di questi sono coinvolti nell’intensa attività dell’ACSSA; il Rettor Maggiore ha assicurato di interessarsene e ha proposto di una soluzione di aggregare all’ISS i docenti di storia, attivi in vari centri salesiani, però non a tempo pieno, ma concordando il piano della ricerca con il Consiglio Direttivo dell’ISS. Si è concordi che si dovrà rinforzare il numero stabile dei membri.

Al centro dell’attenzione dei membri, dal punto di vista strategico, rimane l’impegno per la pubblicazione della rivista “Ricerche Storiche Salesiane” che costituisce una “finestra” insostituibile dell’ISS verso il mondo salesiano e quello ad esso esterno. Tuttavia questo non è sufficiente per una istanza culturale a carattere internazionale che dovrebbe portare avanti altri progetti di ricerca a raggio mondiale.

È stata chiarita la responsabilità per l’organizzazione di due congressi mondiali: 1. su don Paolo Albera da realizzare alla fine dell’anno 2021; 2. su san Francesco di Sales da compiere entro l’anno 2022. Il primo è di competenza dell’ISS e il secondo dell’Istituto di Spiritualità della Facoltà di Teologia. Si è esaminato lo stato di preparazione della serata di studio sul tema: “Oratorio salesiano” la cui data è stata fissata al 13 dicembre 2018. Si tratta di una serata di studio organizzata dall’ISS in collaborazione con il Centro Studi di Don Bosco e l’Istituto di Teoria e Storia dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana per presentare due volumi inerenti a don Pietro Braido. L’organizzazione è affidata a: don Michail Vojtaš, don Carlo Nanni e don Francesco Motto. Successivamente è stata presentata la bozza del bilancio preventivo per l’anno 2019. Poi la relazione sulle pubblicazioni in corso: 1. Il secondo volume delle FONTI SALESIANE (curatori: don Th. Anchukandam, don A. Giraudo e don J. Prellezo). 2. L’ottavo volume dell’Epistolario di don Bosco curato da don F.  Motto. 2. Il volume della corrispondenza dei belgi con don Bosco a cura di Wim Provoost. È stata revisionata la programmazione di ricerche per gli anni 2016-2020. Brevemente si è parlato delle riviste in abbonamento o di scambio che assicurano l’aggiornamento in vari campi della ricerca storica. Si è ritornato sulla questione della visibilità sito ISS-ACSSA all’interno del sito ufficiale della Congregazione: www.sdb.org. Don Aldo Giraudo, membro del Comitato, ha riferito sullo stato di elaborazione delle norme editoriali per l’edizione critica delle fonti salesiane. Il segretario ha rinnovato l’appello a pensare ai nuovi studiosi da mettere sulla lista di recensori/revisori.

Il caporedattore ha informato che il materiale per il secondo numero della rivista “Ricerche Storiche Salesiane” è stato presentato al Consiglio di Redazione, il 19 ottobre 2018. Dopodiché è stato consegnato alla stampa. È composto da tre contributi nella sezione studi, seguito da testo dell’edizione critica nella sezione fonti; è mancato il contributo per quella dei profili. Nella sezione delle note ci sono due contributi; a ciò si aggiungono sei recensioni e una segnalazione. Ha riferito sul materiale che gli è stato consegnato dai membri e dai altri (sempre tramite dei membri ISS) per i due numeri dell’anno 2019. Per il primo numero il materiale sembra sufficiente, invece per il secondo sono le sezioni ancora scarsamente coperte. È stata presentata la risposta dei Membri ISS alla scheda: 2019-2020, la quale è stata spedita a tutti i membri ISS. Purtroppo nemmeno un terzo ha fornito una risposta. I presenti hanno approvato che i due numeri della rivista: l’anno 2021 – sarà riservata agli studi sulla figura di don Paolo Albera. Il caporedattore ha ringraziato coloro che hanno collaborato, specie poi sollevato l’importanza dei recensori che hanno aiutato in modo efficace di evitare a far passare i contributi di discutibile consistenza scientifica. È stato rinnovato l’appello di rendersi disponibili per le recensioni di studi che sono arrivati in sede dell’ISS. Un lavoro molto prezioso. Naturalmente è stato chiesto di fornire le informazioni circa le nuove pubblicazioni inerenti la storia salesiana al fine di inserirli nel repertorio bibliografico.

I lavori dell’Assemblea sono stati non solo assistiti, ma anche condivisi dal Rettor Maggiore. La sua attiva presenza è una espressione luminosa che conferma l’interesse della nostra Congregazione per la coltivazione della memoria storica: è un atteggiamento che si pone in piena sintonia con l’attenzione per la cura della memoria storica del nostro Fondatore, don Bosco.

A cura di don Stanisław Zimniak – segretario di coordinamento ISS

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

Don Bosco: storia e spirito. La traduzione italiana del primo volume di Arthur Lenti

È uscito il primo volume in traduzione italiana dell’opera di Arthur J. Lenti.

Arthur J. LENTI, Don Bosco: Storia e Spirito. Vol. 1. Dai Becchi alla Casa dell’Oratorio (1815-1858). Edizione italiana a cura di Rodolfo Bogotto e Aldo Giraudo. (Pubblicazioni del Centro Studi Don Bosco – Studi storici 17), Roma, LAS 2017, 648 p.,  ISBN 978-88-213-1262-5.

 

L’Autore ha voluto intitolare quest’opera Don Bosco, storia e spirito. “Storia”, perché la vita e l’opera di don Bosco si sono svolte in un contesto di eventi da cui è scaturita una nuova realtà socio-culturale e religiosa, locale e mondiale, che ha influenzato il suo pensiero e le sue scelte. “Spirito”, perché attraverso un processo interiore di docilità agli impulsi della grazia, di discernimento e attiva cooperazione egli ha saputo cogliere la novità emergente e rispondere nel dono incondizionato di sé.

L’opera è nata, per così dire, in classe. Il contenuto è il prodotto di letture e di materiali elaborati per le lezioni, ma lo spirito che l’anima è frutto di una riflessione critica scaturita dall’interazione tra insegnante e allievi.

Per l’edizione italiana i materiali sono stati completamente rivisitati, allo scopo di una maggiore chiarezza espositiva, e distribuiti in tre volumi:

Vol. 1. Dai Becchi alla Casa dell’Oratorio (1815-1858)

Vol. 2. La Società e la Famiglia Salesiana (1859-1876)

Vol. 3. Ampliamento di orizzonti (1876-1888)

Questo primo volume presenta la vita e l’opera di san Giovanni Bosco fino al 1858. Si sofferma sulla sua formazione, sulle prime esperienze pastorali, sulla fondazione e il consolidamento dell’Oratorio, sull’attività editoriale e sugli elementi spirituali e pedagogici del suo modello formativo. Particolare attenzione è stata riservata al contesto storico del secolo XIX e alle fonti archivistiche e letterarie della vita del Santo.

Arthur J. Lenti, autore di vari saggi su don Bosco e su temi salesiani apparsi nel Journal of Salesian Studies e in Ricerche Storiche Salesiane, è laureato in Sacra Scrittura, in Teologia Sistematica e Spirituale. Dopo oltre vent’anni di insegnamento biblico, nel 1984 ha avviato con altri l’Institute of Salesian Spirituality di Berkeley (California), affiliato alla Dominican School of Philosophy and Theology (istituzione che fa parte della Graduate Theological Union di Berkeley). Tra le sue opere ricordiamo Don Bosco his pope and his bishop (LAS 2006) e i 7 volumi del Don Bosco history and spirit (LAS 2007-2010), che qui presentiamo in edizione riveduta e aggiornata.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail [Top]