acssa italia

ASSEMBLEA ACSSA ITALIA – 16 NOVEMBRE 2019

Sabato 16 novembre 2019 si è tenuta per l’intera giornata, presso l’Istituto Maria Ausiliatrice di Via Marghera in Roma, l’assemblea...

BRASILIA

ENCONTRO ANUAL ACSSA BRASIL – Brasília, 10 e 11 de setembro de 2019

  Nos dias 10 e 11 de setembro 2019, alguns membros da ACSSA Brasil e Secretários Inspetoriais – SDB FMA,...

ispettori

Incontro tra Ispettori, ISS e ACSSA

Giovedì, 20 giugno 2019 – L’incontro dei nuovi Ispettori con il Direttore dell’Istituto Storico Salesiano (ISS), don Thomas Anchukandam, e...

16 giugno 2019 - Baumkirchen - 1-1-1

NOMINA A MEMBRO ONORARIO DELL’ASSOCIAZIONE CULTORI DI STORIA SALESIANA DELL’ARCIVESCOVO EMERITO DI SALISBURGO DR. ALOIS KOTHGASSER SDB

  Il 16 giugno 2019, a Baumkirchen (Austria), il segretario dell’Associazione Cultori di Storia Salesiana (ACSSA) don Stanisław Zimniak ha...

11 maggio 2019 - 1

Seduta della Presidenza Mondiale ACSSA – 11 maggio 2019

  Sabato 11 maggio 2019 all’Università Pontificia Salesiana (UPS) si è svolta la riunione della Presidenza mondiale dell’ACSSA. Erano presenti:...

Assemblea - 30 marzo 2019 (002)

L’Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano – 30 marzo 2019

Sabato 30 marzo 2019 all’Università Pontificia Salesiana (UPS) si è svolta l’Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano (ISS). Erano presenti: don Thomas...

provoost

Wim Provoost: Correspondence Belge de don Bosco (1879-1888)

Au XIXe siècle, de nombreux catholiques considéraient Don Bosco comme un saint vivant. En Belgique aussi, son choix radical pour...

gruppo nairobi

2ème SEMINAIRE CONTINENTAL ACSSA-AFRIQUE ET MADAGASCAR (Afrique et Madagascar du 4 au 9 mars 2019 Nairobi)

 SULLE ORME DEI NOSTRI PIONIERI NELLA MISSIONE SALESIANA Don Bosco Youth Educational Services (DBYES) Dagoretti Maarket Road P.O. Box 2...

47090879441_8bacbaff86_z

“Relevant Salesian Figures of the 20th Century in East Asia”

4th ACSSA EAO CONFERENCE ON SALESIAN HISTORY SAMPRAN, THAILAND | 10-15 FEBRUARY 2019 Dates:    10 to 15 February 2019...

Oratorio salesiano 1

L’Oratorio salesiano: un passato da condividere e un futuro da inventare

“L’oratorio salesiano: storia, testimonianze, prospettive” è il titolo del seminario di studio che si è tenuto giovedì 13 dicembre 2018...

riunione iss

Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano – 20 novembre 2018

Martedì 20 novembre 2018 all’Università Pontificia Salesiana (UPS) si è svolta l’Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano (ISS), a cui ha partecipato...

equipe acssa brasil e secretarios inspetoriais

VIII ENCONTRO ACSSA BRASIL E SECRETÁRIOS/AS INSPETORIAIS – 04 a 06 de setembro de 2018

No quinto ano de existência da ACSSA Brasil, a Equipe e Secretários/as Inspetoriais reuniram-se em Brasília DF para formação, avaliação...

< >

Category: ISS

Sulle tracce di Magellano: Venerdì 15 novembre 2019, ore 21 – Sala Carver, Urban Center, via Turati 6, Monza

centro culturale talamoni

SULLE TRACCE DI MAGELLANO

Dai sogni di don Bosco all’avventura di De Agostini

magellano

Nel 1519, Ferdinando Magellano partì verso il Sud America per compiere il primo giro del mondo della storia. Nel 1909, don Alberto Maria De Agostini (fratello minore del geografo Giovanni De Agostini, fondatore nel 1901 dell’Istituto Geografico De Agostini) venne ordinato sacerdote salesiano e inviato come missionario nella Terra del Fuoco. Padre Patagonia, questo il nome col quale le popolazioni dell’Argentina e del Cile ancora oggi lo ricordano. Alpinista, fotografo, compì numerose spedizioni e fu autore del film “Terre magellaniche” (1933). Fu lui a nominare Monte Darwin la seconda cima più alta dell’arcipelago.

Interviene Francesco Motto, Istituto storico salesiano, Roma
Introduce Marina Seregni, CCTalamoni

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano – 25 ottobre 2019: punti salienti

Sabato 25 ottobre 2019 all’Università Pontificia Salesiana (UPS) si è svolta l’Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano (ISS). Erano presenti: don Thomas Anchukandam, don Francesco Casella, don Miguel Canino, don Aldo Giraudo, don Germain Kivungila, don Francesco Motto, don Giorgio Rossi, don Pedro Ruz e don Stanisław Zimniak. Erano assenti per motivi giustificati: il signor Iván Ariel Fresia, don Hendry Dominic e don José Manuel Prellezo.

Dopo la preghiera e il saluto da parte del Direttore, don Thomas Anchukandam, è stato approvato il verbale dell’Assemblea, svoltasi il 30 marzo 2019. Il Direttore ha dato il benvenuto ai nuovi Membri: don Germain Kivungila sdb (AFC; membro stabile nominato il 10 maggio 2019), don Pedro Ruz Delgado sdb (SMX; membro stabile nominato il 24 maggio 2019) e don Hendry Selvaraj Dominic sdb (INM, membro stabile nominato il 3 giugno 2019); questi non poteva esserci per motivi di ricerca pianificata all’estero. Don Germain Kivungila ha raccontato che ha ottenuto il dottorato di ricerca in Storia della Chiesa presso la Pontificia Università Gregoriana. Don Ruz, invece, ha detto che sta portando a conclusione il dottorato di ricerca presso l’Università di Valencia (Spagna) su mons. Marcelino Olaechea Loizaga (1889-1972). Invece don Dominic sta concludendo il dottorato di ricerca su mons. Louis Mathias SDB (1887-1965) presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma. Entrambi sperano di concludere i loro lavori entro l’anno 2020. A parte questo, i due nuovi nominati (don Germain e don Dominic) hanno ricevuto dai Superiori il permesso di insegnare storia ecclesiastica nelle loro rispettive Ispettorie, concordando questo impegno con il Direttore dell’ISS e rispettivi responsabili dei centri di studio.

Il segretario di coordinamento ha fornito una succinta relazione sui temi trattati dal Consiglio Direttivo, seguito da quello della Redazione delle “Ricerche Storiche Salesiane”, che ha avuto luogo il 21 giugno 2019 nel campus universitario dell’UPS.

È stata presentata la situazione relativa all’organizzazione del convegno su don Paolo Albera, di cui il tema provvisorio sarebbe: Don Albera e le Istituzione salesiane al suo tempo. Dopo aver scambiato i pareri sull’impostazione tematica del convegno, è stato istituito il Comitato Organizzativo nelle persone di don Francesco Motto, don Pedro Ruz e don Germain Kivungila. I presenti hanno concordato anche la data e il luogo di svolgimento. Quindi questo appuntamento si svolgerà a Torino (Valdocco) il 30 e 31ottobre 2021. Purtroppo sembra che la proposta di avere una biografia su don Albera ad opera di don Joseph Boenzi non sia realizzabile. Dunque si dovrà vedere a chi affidare un tale importante compito, ovviamente da realizzare entro l’anno 2020, perché serva come uno degli strumenti di preparazione per i festeggiamenti in occasione dei 100 anni dalla sua morte.

La disponibilità dei membri dell’ISS ad essere coinvolti nel congresso dedicato a San Francesco di Sales, programmato per l’anno 2022, è stata riconfermata dal Direttore. Ma sarà compito dell’Istituto di Spiritualità della Facoltà della Teologia presentarci proposte concrete.

Don Zimniak, a cui insieme a don M. Vojtàš è stata affidata l’organizzazione di tale evento, ha riferito sullo stato di preparazione. La serata di studio si svolgerà il 25 novembre 2019 nella sede dell’UPS e avrà come titolo: Un’altra storia. Quale don Bosco negli epistolari. Si è voluto fare questo atto culturale per presentare e promuovere la conoscenza dei due epistolari, pubblicati recentemente dall’Istituto Storico Salesiano.

– Bosco Giovanni, Epistolario. Introduzione, testi critici e note a cura di Francesco Motto. Volume ottavo (1882-1883), lett. 3562-3955. (= ISS – Fonti, Serie prima, 15). Roma, LAS 2019, 462 p.

Correspondance belge de don Bosco (1879-1888). Introduction, textes critiques et notes de Wim Provoost.  (= ISS – Fonti, Serie terza, 2). Roma, LAS 2019, 385 p. Il segretario ha detto che è già stata distribuita la locandina alle case salesiane (FMA, SDB) presenti a Roma ed ad altri centri che potrebbero essere interessati. Ovviamente la locandina è già messa nei rispettivi siti di coloro che con l’ISS organizzano, cioè Istituto di Teoria e Storia dell’Educazione FSE e Centro Studi Don Bosco.

Il segretario di coordinamento ha avanzato la proposta di organizzare un seminario su don Antonio Colbacchini (1881-1960), missionario in Brasile, per commemorare il sessantesimo dalla sua morte. Si tratta di un missionario di spicco che ha contributo in modo considerevole, anche dal punto di vista scientifico, alla conoscenza delle tribù viventi nel Mato Grosso (Brasile), specie dei Bororos. Per tale evento si potrebbe coinvolgere qualche studioso brasiliano e di altri centri di ricerca in cui don Colbacchini è diventato l’obiettivo di studio. A dare maggiore spessore a questa proposta si potrebbe far arrivare la mostra di María Sánchez Puyade “L’ombra chiara del TEMPO”, organizzata dall’Associazione Culturale LiberArti con il contributo del Comune di Trieste (già esposta a Trieste dal 20 luglio al 4 agosto 2019). L’Assemblea concorda su questa idea e affida al segretario di studiare la possibilità di realizzarla in autunno 2020, sempre nella sede dell’UPS.

Brevemente si è riferito sull’andamento delle pubblicazioni in corso, cioè quella del secondo volume delle “Fonti Salesiane” a cura di: don Anchukandam, don Giraudo e don Prellezo; del nono volume dell’Epistolario di don Giovanni Bosco a cura di don Motto e, infine, la “Corrispondenza dei polacchi con don Bosco” organizzato da don Wąsowicz e da don Zimniak.

In modo stringato è stato rivisto e ritoccato il piano della programmazione: 2019-2020. Non sono state fatte nuove proposte di pubblicazioni da parte dei membri dell’ISS. I presenti hanno dato una prima lettura al bilancio preventivo per notificare le loro eventuali proposte da inserire o da completare e, in secondo momento, sarà portato avanti dal Direttore e Consiglio Direttivo per essere consegnato all’Economo generale sig. Jean Paul Muller. Al nuovo membro don Pedro Ruz è stata affidata la cura delle riviste a cui è abbonato l’ISS , oppure ne riceve in scambio, un lavoro che fino a questo momento portava avanti don Zimniak. Don Ruz ha toccato la questione dei doppioni: ad alcune riviste è abbonata anche la biblioteca dell’UPS, per il momento non si è presa alcuna soluzione in merito. Sul sito dell’ISS-ACSSA è stato riferito che, oltre al fatto di essere ben aggiornato, non si è fatto niente per la sua modernizzazione. Si attende la mossa dal centro della Congregazione, cioè dal competente dicastero per la Comunicazione sociale. Le norme editoriali per l’edizione critica delle fonti salesiane non sono arrivate ancora alla stesura conclusiva. Non sono stati proposti i nuovi nomi da aggiungere alla lista dei recensori/revisori. Si tratta di una questione delicata che riveste notevole importanza per assicurare la qualità dei contributi pubblicati sulla rivista “Ricerche Storiche Salesiane” e sulle collane dell’ISS. Il presidente dell’ACSSA, don F. Motto, ha presentato l’andamento di preparazione dei lavori per il 7° Congresso mondiale, previsto dal 28 ottobre al 3 novembre 2020 in Portogallo.

Il caporedattore ha presentato il materiale per il secondo numero della rivista “Ricerche Storiche Salesiane” – 2019, visto pure dal Consiglio di Redazione, il 21 giugno 2019. È composto da quattro contributi nella sezione studi, seguito dal testo dell’edizione critica nella sezione fonti e da un contributo per quella dei profili e due apporti per la sezione delle note. A ciò si aggiungono le proposte di cinque recensioni e quattro segnalazioni. Ha riferito sul materiale che gli è stato consegnato dai membri e da altri (sempre tramite membri ISS) per i due numeri dell’anno 2020. Dunque, per il primo numero il materiale sembra sufficiente; invece per il secondo le sezioni sono ancora scarsamente coperte. È stata presentata la risposta dei Membri ISS alla scheda 2021, riservata ai contributi su don Albera. Purtroppo, eccetto un membro, gli altri non hanno risposto. I presenti hanno riconfermato l’idea che i due numeri della rivista dell’anno 2021 dovranno essere dedicati alla figura di don Paolo Albera. Però rimane ancora da chiarire l’impostazione tematica e cronologica di questa proposta. Il caporedattore ha chiesto ai presenti di rendersi disponibili per le recensioni di studi e ha rinnovato l’appello per fornire informazioni circa le nuove pubblicazioni inerenti la storia salesiana, allo scopo di inserirle nel repertorio bibliografico e farne recensioni, oppure segnalazioni.

Infine è stata presentata dal caporedattore una documentazione riguardante “Alcuni strumenti metodologici da tenere presenti per i nostri lavori di ricerca storica”. In realtà si tratta delle sigle, e abbreviazioni da usare nelle pubblicazioni dell’ISS, per mantenere una certa uniformità, evitando confusione in questo campo, specialmente nell’apparato critico delle edizioni. È estremamente importante avere un “Glossario salesiano” (nomi salesiani rapportati a termini comunemente usati) che aiuti ad avere una chiarezza nella terminologia esclusivamente salesiana. Ciò è importante in modo speciale per gli studiosi provenienti dal mondo laico, poco addentrati in questa terminologia.

Dopo aver fissato al 20 marzo 2020 la data della prossima riunione dell’ISS, don Anchukandam, Direttore, ha ringraziato tutti per i lavori realizzati, grazie ai quali viene tramandata ai posteri una qualificata memoria storica di don Bosco, Fondatore della nostra Società e della Famiglia Salesiana.

A cura di don Stanisław Zimniak – segretario di coordinamento ISS

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

Un’altra storia… Quale Don Bosco negli epistolari? Seminario di studio sul tema

Locandina_page-0001
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

“House of Life”: un altro significativo riconoscimento all’Istituto Salesiano Pio XI

Grazie alla ricerche condotte dall’Istituto Storico salesiano negli anni novanta del secolo scorso,  venerdì 18 novembre 2019, in occasione del 75° della liberazione di Roma e del 90° della fondazione dell’Istituto salesiano Pio XI della città, la fondazione internazionale Raoul Wallenberg (IRWF) consegnerà ufficialmente la targa che identifica l’Istituto come ”House of Life”, ossia luogo di rifugio e di salvezza di persone ebree ingiustamente perseguitate dai nazifascisti durante la seconda guerra mondiale.

Nella stessa occasione verrà presentata la docu-fiction Lo SCUDO DELL’ALTRO La memoria del dovere realizzata in collaborazione con l’Istituto Storico Salesiano, la Senape production, la Madriland Art e il Centro Cooperazione Culturale.

Incentrata sulle figure di don Francesco Antonioli e di don Armando Alessandrini – rispettivamente direttore e prefetto-economo dell’Istituto Pio XI durante l’occupazione tedesca di Roma (1943-1944) – già insigniti del titolo di “Giusti fra le nazioni”  dal tribunale Yad Vashem di Gerusalemme per aver accolto nell’Istituto 70 ragazzi ebrei, a rischio della loro vita –  costituisce l’esito della partecipazione al progetto “La memoria del dovere” finanziato dal Piano Nazionale Cinema per la scuola, dal MIUR e dal MIBCT.

Fra quanti hanno collaborato al filmato numerosi professori e ragazzi dell’Istituto; varie e commoventi le interviste a “Salvati e Salvatori”; non mancano filmati d’epoca. Un film veramente educativo, da proiettare nelle scuole “per non dimenticare”.


Pio XI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

Incontro tra Ispettori, ISS e ACSSA

ispettori

Giovedì, 20 giugno 2019 – L’incontro dei nuovi Ispettori con il Direttore dell’Istituto Storico Salesiano (ISS), don Thomas Anchukandam, e il Presidente dell’Associazione Cultori di Storia Salesiana (ACSSA), don Francesco Motto e don Stanisław Zimniak, segretario di coordinamento dell’ISS e segretario-tesoriere dell’ACSSA, avvenuto nella sede dell’Università Pontificia Salesiana – Roma. I nuovi superiori sono stati informati sulla attività di queste due importanti istanze di studio e di ricerca per la custodia della memoria storica e in generale per la cura del patrimonio culturale. Hanno potuto essere informati sui lavori in cantiere e su futuri progetti, nonché delle problematiche da affrontare per rispondere al meglio alle nuove sfide emergenti dalla nuova mentalità moderna. Si tratta di fare il possibile perché non solo rimanga una traccia di passaggio di Cristo nella storia umana, ma offrire i nuovi strumenti di altro livello culturale di avvicinamento alla memoria umana, in caso concreto quella salesiana, perché non vadano perse le nostre radici, senza le quali non c’è una continuità fruttuosa e duratura della nostra missione per il bene del mondo giovanile.

 

Lista dei nuovi Ispettori:

Regione: Africa e Madagascar : Pierre Célestin NGOBOKA – AGL – Africa Grandi Laghi

Regione: America Cono Sud : Mario VILLALBA – PAR – Paraguay

Regione: Asia Est e Oceania :

Timothy CHOI (Won Chol) – KOR – Korea

Jacob Hideaki HAMAGUCHI – GIA – Giappone

Chi-Yuen Joseph NG – CIN – Cina

Andrew WONG – INA – Indonesia

Regione: Asia Sud : Jose KURUVACHIRA – IND – India Dimapur

Regione: Interamerica : Ignacio OCAMPO URIBE – MEM – México México

Regione: Mediterranea :

Stefano ASPETTATI – ICC – Italia Centrale

José Aníbal      MENDONÇA – POR – Portogallo

Angelo SANTORSOLA – IME – Italia Meridionale

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

La seduta del Consiglio Direttivo dell’Istituto Storico Salesiano e del Consiglio di Redazione della rivista “Ricerche Storiche Salesiane” – Roma, 21 giugno 2019 –

Venerdì scorso, 21 giugno 2019, all’Università Pontificia Salesiana (UPS) si è svolta la riunione del Consiglio Direttivo dell’Istituto Storico Salesiano (ISS), a cui hanno preso parte don Thomas Anchukandam, don Francesco Casella, don Aldo Giraudo e don Stanisław Zimniak. Subito dopo si è svolto l’incontro del Consiglio di Redazione della rivista “Ricerche Storiche Salesiane”; oltre ai membri del Consiglio Direttivo, vi ha partecipato anche don Francesco Motto.

Nel corso della seduta del Consiglio Direttivo sono stati trattati i seguenti temi: il Direttore, don Thomas Anchukandam, ha informato che sono stati recentemente nominati nuovi Membri dell’Istituto Storico Salesiano (ISS) dal Rettor Maggiore, don Angel Fernández Artime. E sono: don Germain Kivungila sdb (AFC), membro stabile (10 maggio 2019), don Pedro Ruz Delgado sdb (SMX), membro stabile (24 maggio 2019) e don Hendry Selvaraj Dominic sdb (INM), membro stabile (3 giugno 2019). Perciò ha chiesto il parere dei consiglieri di prosperare per loro i possibili campi di ricerca, tenendo conto dei loro studi già realizzati e, soprattutto, di coprire le aree di indagine che sono state abbandonate, perché sono venuti meno alcuni membri e non sono stati trovati subito i loro successori, ma per la nostra missione salesiana la conoscenza di questi assume la capitale importanza in relazione alla fedeltà carismatica. Tra questi sono stati nominati: la ricerca sulle scuole e sulle missioni. Il Direttore ha riferito che si è già messo in contatto con loro per riflettere insieme sulle loro disponibilità in relazione ai futuri campi di ricerca. Tra questi nominati due di loro sono ancora alla presa con il loro dottorato di ricerca che sperano di concludere l’anno prossimo. È stato verificato lo stato di andamento del cammino per la realizzazione del Congresso su don Paolo Albera, previsto per l’autunno 2021. Per il momento non si riscontra un progresso concreto, per cui si invita di convocare il “Comitato Direttivo” per ripartire con questo progetto. Anche la programmata biografia su don Albera ad opera di don Joseph Boenzi non è ancora pronta. Perciò la proposta di farla tradurre in più lingue rimane ferma. Poi si è studiato di organizzare, oramai una tradizione, una “Serata di studio” sul tema: “Il valore degli Epistolari”. Da pianificare in collaborazione con la Facoltà di Scienze dell’Educazione, l’Istituto di Spiritualità e Centro Sudi Don Bosco. L’idea è per presentare i due volumi: ottavo volume dell’Epistolario, curato da don Motto e l’Epistolario, curato da Wim Provoost.  Per la preparazione di tale evento sono stati chiesti: don Michal Vojtaš e don Stanisław Zimniak. I suddetti hanno già stabilito la data: il 2 dicembre 2019. Altro argomento analizzato è stato sulle pubblicazioni in corso. Si tratta del secondo volume “Fonti Salesiane” che dovrebbe essere stampato e presentato nel prossimo capitolo generale. Il successivo nono volume dell’Epistolario di don Bosco, curato da don Motto, non è ancora partito. Comunque si prevede la sua stampa per il 2021. Invece, l’edizione critica della “Corrispondenza dei polacchi con don Bosco” a cura di don Jarosław Wąsowicz e don Stanisław Zimniak sta procedendo abbastanza bene. Probabilmente sarà pronto prima di Natale o all’inizio dell’anno 2020. Dopo la presentazione da parte di don Anchukandam della ricerca di Silvia Omenetto: Le prime escuelas agrícolas salesiane in Argentina (1875-1910) come sedimenti materiali nel processo di territorializzazione, è stata presa la decisione di procedere alla pubblicazione, inserendola nella “Collana Studi” ISS. Inoltre è stata presentata la proposta per la pubblicazione della ricerca di Paolo Pieraccini: Cattolici di Terra Santa e Nahda: il caso della Società Salesiana (1904-1920). Una proposta anche per la “Collana Studi” ISS. In modo breve è stato rivisto e ritoccato il piano della programmazione: 2019-2020. Dell’aggiornamento del sito è stato detto che per il momento non si fa niente, perché si attende la mossa da parte del Dicastero per la Comunicazione Sociale. Comunque, il sito ISS-ACSSA (www.sdb.org) viene puntualmente aggiornato, anche se rimane ancora da inserire alcuni volumi per renderli disponibili ai ricercatori. Il Comitato per la revisione delle norme editoriali per l’edizione critica delle fonti salesiane (don Giraudo, don Motto e don Prellezo) spera nei prossimi mesi di concludere questo importante strumento metodologico.

 

INCONTRO DEL CONSIGLIO DI REDAZIONE DELLE RSS

Ai presenti è stato presentato dal caporedattore, don S. Zimniak, il materiale del secondo volume della rivista “Ricerche Storiche Salesiane” (RSS) di quest’anno; nella sezione STUDI dovrebbero uscire quattro contributi di: Aldo Giraudo, Thomas Anchukandam, Miguel Canino e Stanisław Zimniak; in quella FONTI sono previsti tre edizioni critiche di: Salvatore Cirillo, Rodolfo Bogotto e di José Prellezo; per quella dei PROFILI è previsto un contributo di Grzegorz Jaskot; invece per quella delle NOTE ci sono tre contributi di: Th. Anchukandam, di Antonino Colajanni e di John Lourdusamy; nella sezione RECENSIONE ci sono nove recensioni, tra cui anche quelle realizzate da studiosi non salesiani; e nella sezione SEGNALAZIONE si trovano quattro. Dopodiché è stato poi presentato il materiale per il primo e secondo volume delle RSS dell’anno 2020; è stata analizzata la risposta dei Membri ISS alla scheda: 2020 e quella per l’anno 2021, riservata a don Paolo Albera; infine sono state presentate alcune nuove pubblicazioni che meritano di essere recensite, o segnalate sulla nostra rivista. Il caporedattore ha ringraziato per la collaborazione, specie ha ringraziato per la disponibilità di alcuni membri ISS a compiere un lavoro d’importanza: quello di recensire sia i testi da pubblicare sulla rivista RSS, sia dei libri e ha rinnovato l’appello di continuare a segnalargli le nuove pubblicazioni.

A cura di don Stanisław Zimniak – segretario di coordinamento ISS

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

NUOVO MEMBRO DELL’ISS – DON HENDRY SELVARAJ DOMINIC

Dominic Hendry Selvaraj

Dominic Hendry Selvaraj belonging to the Salesian Province of Chennai (INM) was born on 13th June 1981 at Vellore, Tamil Nadu, India. He made his novitiate at Idayadeepam Novitiate in Yellagiri, Tamil Nadu during the year 1999-2000 and made his First Profession as a Salesian on 24th May 2000. From May 2000 to May 2002, he did his philosophical studies at Jnanodaya Salesian College in Yercaud, Tamil Nadu. He did his practical training at Don Bosco Boy’s Home, Perambur (2002-2003) and Don Bosco Aspirantate, Tirupattur (2003-2004). He obtained his Bachelors in Business Administration (BBA) at Sacred Heart College, Tirupattur and Bachelors of Arts in English (BA) through distant Education at Indira Gandhi National Open University (IGNOU) during the year 2004-2007. He made his perpetual profession on 24th May 2007. He was ordained a priest on 27th December 2010 after the completion of his Theological studies at Sacred Heart Seminary, Poonamallee, Chennai from 2007-2010. After the priestly ordination, he served as an Assistant Parish Priest in Holy Spirit Parish, Tagore Nagar, Pondicherry for five months. From 2011-2013 he was appointed as Resource person and Administrator at Don Bosco Youth Animation Centre, Ennore, Chennai. Currently he is pursuing his doctoral research on Mgr. Louis Mathias SDB (1887-1965) in the faculty of Catholic Church History at Gregorian Pontifical University, Rome after having completed his Licentiate in Catholic Church History in the same university during the year 2013-2016.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

NUOVO MEMBRO DELL’ISS – DON PEDRO RUZ DELGADO

PEDRO RUZ DELGADO - Fotografia

Nacido en Málaga el 7 de mayo de 1966 (53 años). Profeso como salesiano el 15 de agosto de 1985 y ordenado sacerdote el 25 de junio de 1994. Perteneciente a la Inspectoría Salesiana de María Auxiliadora con sede en Sevilla. Ha desempeñado varios servicios en la congregación. Ha realizado sus estudios de Filosofía en Granada, los de Teología en el UPS y la licencia en Historia de la Iglesia en la Gregoriana. Pertenece al ACSSA-España casi desde sus inicios hasta la actualidad, al igual que al foro Iglesia y Sociedad en Valencia, Jóvenes investigadores de la Facultad de Geografía e Historia de Valencia y colabora con la causa de los Santos en Málaga y Valencia. Ha escrito varios artículos sobre temas de historia de la iglesia y de la congregación y participado en varios congresos. Actualmente se encuentra realizando el doctorado en la Universidad de Valencia sobre el primer obispo salesiano, de España que está introducida la causa de beatificación, el arzobispo Marcelino Olaechea Loizaga (1889-1972).

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

NUOVO MEMBRO DELL’ISS – DON GERMAIN KIVUNGILA

kivungila

Don Germain KIVUNGILA è nato il 16 novembre 1968 a Kolwezi, in Repubblica Democratica del Congo. Ha fatto il noviziato a Kansebula, nel Katanga, tra il 1989-1990, e ha emesso i primi voti il 24 agosto 1990. Dal 1990 al 1992 ha studiato filosofia presso il post-noviziato di Kansebula. Dopo aver svolto il tirocinio a Kigali, in Ruanda (1992-1994), ha emesso la professione perpetua a Lubumbashi, il 7 luglio 1996. È stato ordinato sacerdote il 25 luglio 1998 a Kolwezi. Ha studiato la storia della Chiesa alla Pontificia Università Gregoriana di Roma (2006-2009). Tornato in Congo è stato nominato Vicario dell’Ispettoria Africa Centrale (AFC), nonché incaricato della formazione (dal 2011 fino al 2014). Negli anni 2014-2016 ha conseguito il dottorato in storia della Chiesa presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma. Attualmente è il preside del teologato salesiano di Lubumbashi in cui insegna la storia ecclesiastica, come pure nel seminario interdiocesano di Lubumbashi.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

Nomina di don Hendry Selvaraj Dominic SDB come Membro dell’ISS

Comunicato:

Con la lettera del 3 giugno 2019 don Francesco Cereda, Vicario del Rettor Maggiore, ha comunicato che don Hendry Selvaraj Dominic (INM) è stato nominato come membro stabile dell’Istituto Storico Salesiano.

Attualmente don Dominic sta svolgendo il suo dottorato su Mgr. Luis Mathias sdb, Prefetto Apostolico di Assam (15.12.1922-09.07.1934), Vescovo di Shillong (09.07.1934-25.03.1935), Arcivescovo di Madras (25.3.1935-13.11.1952) e Arcivescovo Metropolitano di Madras-Mylapore (13.11.1952-02.08.1965) alla Pontificia Università Gregoriana, Roma.

Un caro benvenuto a don Hendry a nome di tutti i membri dell’ISS. Gli auguriamo un proficuo lavoro di ricerca storica.

Colgo questa occasione anche per ringraziare il Rettor Maggiore e il suo consiglio per il loro impegno per rinforzare l’ISS con nuovi membri accademicamente qualificati nell’ambito della storia.

Fr. Thomas Anchukandam sdb
Direttore – ISS

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

L’Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano – 30 marzo 2019

Assemblea - 30 marzo 2019 (002)

Sabato 30 marzo 2019 all’Università Pontificia Salesiana (UPS) si è svolta l’Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano (ISS). Erano presenti: don Thomas Anchukandam, don Francesco Casella, don Miguel Canino, don Francesco Motto, don José Manuel Prellezo, don Giorgio Rossi e don Stanisław Zimniak. Erano assenti per motivi giustificati: signor Iván Ariel Fresia e don Aldo Giraudo.

Dopo la preghiera e il saluto da parte del Direttore, don Thomas Anchukandam, è stato approvato il verbale dell’Assemblea, svoltasi il 20 novembre 2018, a cui aveva partecipato il Rettor Maggiore, don Ángel Fernández Artime. Il segretario di coordinamento ha fornito una succinta relazione sui temi trattati dal Consiglio Direttivo, seguito da quello della Redazione delle “Ricerche Storiche Salesiane”, che ha avuto luogo il 20 febbraio 2019 nel campus universitario dell’UPS. Di seguito il Direttore ha presentato la situazione del personale: in concreto, il campo di ricerca del nuovo membro associato dell’ISS, signor Ariel Iván Fresia e la prospettiva di inserimento di don Pedro Ruz Delgado.

È stata presentata la situazione relativa all’organizzazione di due congressi mondiali, il primo dei quali riguarda don Paolo Albera che si svolgerà alla fine dell’anno 2021. Il Direttore ha detto che per il momento non ci sono novità. Prima dell’estate dovrebbe incontrarsi il Comitato Direttivo per esaminare l’andamento di preparazione. Per quanto riguarda la stesura di una biografia da parte di don Joseph Boenzi, è stato detto che don Boenzi porta avanti tale impegno, senza precisare a che punto è il lavoro. Invece in relazione al secondo congresso dedicato a san Francesco di Sales, da compiere entro l’anno 2022, è stata rinnovata la disponibilità dell’ISS; rimane da definire da parte dell’Istituto di Spiritualità della Facoltà di Teologia quale potrebbe essere il tipo di intervento e collaborazione assegnati all’ISS.

Successivamente si è passato all’esame della proposta di una serata di studio, per l’autunno 2019, sul tema: Il valore degli Epistolari: storia, presente e futuro (il titolo non è definitivo). Una serata da organizzare da parte dell’ISS in collaborazione con la Facoltà delle Scienze di Educazione e con l’Istituto di Spiritualità. Un motivo principale per tale evento costituisce la recente pubblicazione dei due epistolari: l’ottavo volume dell’Epistolario di don Bosco, curato da don Francesco Motto e la corrispondenza dei belgi con don Bosco, curato da Wim Provoost.

Poi la relazione sull’andamento della preparazione del secondo volume delle Fonti Salesiane che stanno preparando: don Th. Anchukandam, don J. Prellezo e don A. Giraudo. A dire dei curatori una parte sembra bene avviata. Tuttavia si tratta di un lavoro che richiede ulteriori incontri dei medesimi curatori per adottare una direzione pienamente condivisa. Don F. Motto ha detto che il lavoro per il nono volume dell’Epistolario di don Bosco è giunto a tal punto che la sua pubblicazione è prevista per l’anno 2021. Il lavoro riguardante la corrispondenza dei polacchi con don Bosco, a dire di don Zimniak, uno dei due curatori, ha concluso la fase di trascrizione delle lettere originali (redatte in varie lingue tra cui latino, francese, tedesco, russo) ed è in fase di avanzamento la loro traduzione in lingua polacca. C’è speranza di potere pubblicare entro quest’anno. Il Direttore ha fornito alcune notizie circa la proposta di pubblicazione della ricerca di Silvia Omenetto: Le prime escuelas agrícolas salesiane in Argentina (1875-1910) come sedimenti materiali nel processo di territorializzazione. Ha ricevuto valutazioni piuttosto positive che permettono di procedere con la ricercatrice, cioè una pubblicazione nella collana studi dell’ISS.

Brevemente è stata analizzata la programmazione dei lavori previsti dai membri per gli anni: 2019-2020. È stato accennato anche al rifacimento del sito ISS-ACSSA: si attendono le mosse da parte dei responsabili per il nuovo rilancio del sito della nostra Congregazione.

Delle norme editoriali per l’edizione critica delle fonti salesiane non si è parlato, a causa dell’assenza di don Aldo Giraudo, che ne è il principale curatore. Per la lista di recensori/revisori sono stati proposti altri nomi; occorre ora parlare con le rispettive persone per verificare se accettano tale compito e responsabilità.

Il presidente dell’ACSSA, don F. Motto, ha reso un sintetico rendiconto sui cinque seminari continentali realizzati dalla Presidenza ACSSA. Il tema è stato uguale per tutti i cinque seminari, con qualche modifica, dovuta alla sensibilità locale e un bisogno particolare. Il primo, per l’Asia Sud (India-Sri Lanka), ha avuto il titolo: Incisive and Innovative Salesian Personalities of India. Si è svolto dal 22 al 24 giugno 2018, nella casa ispettoriale di Hyderabad (India). Il seminario per l’Europa, svoltosi a Bratislava (Slovacchia), dal 31 ottobre al 4 novembre 2018, ha avuto il seguente titolo: Figure salesiane rilevanti fra il XIX e XX secolo in Europa. Il terzo seminario per l’East Asia-Oceania ha avuto per titolo: Relevant Salesian Figures of the 20th Century in East Asia. Esso è stato realizzato a Sam Phran, Thailandia, dal 10 al 15 febbraio 2019. Invece il seminario per l’Africa e Madagascar, realizzato dal 4 al 9 marzo 2019, a Nairobi, ha avuto per tema: Sulle orme dei nostri pionieri nella missione salesiana. L’ultimo seminario si è svolto nei giorni 18-22 marzo 2019, nella casa “Domingo Savio” (Ramos Mejía, Buenos Aires, Argentina) e ha trattato il tema: Figuras Salesianas innovadoras y significativas en el siglo XX. Questi seminari sono stati una specie di “laboratorio” di preparazione del 7° Congresso mondiale ACSSA, programmato per l’autunno 2020. In tutti questi cinque seminari continentali si è notata una crescente corresponsabilità per una elaborazione sempre più valida dal punto di vista scientifico. L’Associazione conta attualmente 197 membri (FMA, SDB, CDB e altri Rami della Famiglia Salesiana) e un buon numero dei ricercatori e cultori laici. Un lavoro che richiede tanto impegno e attenzione per assicurare a questo gruppo un ulteriore rinvigorimento e aggiornamento nel campo delle scienze storiche. Si tratta di un’iniziativa, un “movimento”, nato per l’iniziativa dell’ISS e approvato dal Rettore Maggiore dei Salesiani.

Il caporedattore ha informato che il materiale per il primo numero della rivista “Ricerche Storiche Salesiane” 2019 è stato presentato al Consiglio di Redazione, il 20 febbraio 2019. È composto da tre contributi nella sezione studi, seguito dal testo dell’edizione critica nella sezione fonti, da due contributi per quella dei profili e due apporti per la sezione delle note. A ciò si aggiungono le proposte di otto recensioni e due segnalazioni. Ha riferito sul materiale che gli è stato consegnato dai membri e dai altri (sempre tramite membri ISS) per il secondo numero del medesimo anno. Dunque per il primo numero il materiale sembra sufficiente, invece per il secondo le sezioni sono ancora scarsamente coperte. È stata presentata la risposta dei Membri ISS alla scheda 2020, la quale è stata spedita a tutti i membri ISS. Purtroppo, eccetto un membro, gli altri non hanno risposto. I presenti hanno riconfermato l’idea che i due numeri della rivista dell’anno 2021 sarà riservata agli studi sulla figura di don Paolo Albera. Però rimane ancora da chiarire l’impostazione tematica e cronologica di questa proposta. Il caporedattore ha ringraziato coloro che hanno collaborato. Il responsabile ha chiesto ai presenti di rendersi disponibili per le recensioni di studi. Attraverso di tale disponibilità si manifesta anche la corresponsabilità per la nostra rivista. È stato chiesto di dare informazione circa le nuove pubblicazioni inerenti la storia salesiana, per inserirle nel repertorio bibliografico, in modo che possa risultare più completo.

            Dopo aver fissato la data della prossima riunione dell’ISS, il Direttore ha ringraziato per l’impegno mantenuto e ha augurato di poter portare avanti il lavoro di studi sulla memoria storica del nostro Fondatore, don Bosco e sulla nostra Famiglia Salesiana.

A cura di don Stanisław Zimniak – segretario di coordinamento ISS

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

Invito alla conferenza sul cardinal August Hlond, martedì 26 marzo 2019


0001
 0001

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

Joseph Thekkedath (1928-2019)

 thekkedath

Eminent Salesian historian, Fr. Joseph Thekkedath SDB, passed away on Tuesday, 15th January 2019 at the age of 91. Following a fall he had sustained a few days earlier he was confined to his room and the end came quite unexpectedly yet serenely at 21.15 hrs. The funeral services were conducted at Kristu Jyoti College, the Salesian studentate of theology, Bangalore, at 14.00 hrs. on Thursday, 17th January and his mortal remains laid to rest in the cemetery adjacent to the College Chapel.

Fr. Joseph Thekkedath, a former President of the Church History Association of India (CHAI) and indisputably the pre-eminent Church historian in the country was also a member of the Associazione Cultori Storia Salesiana (ACSSA). His contribution to the history of the Church in India is History of Christianity in India, Vol.II – From the Middle of the Sixteenth Century to the End of the Seventeenth Century (Theological Publications of India, Bangalore 1982). His monumental two-volume work, A History of the Salesians of Don Bosco in India from the Beginning up to 1951-52 (Kristu Jyoti Publications, Bangalore 2005) is arguably the only scientifically pursued historical writitng of any region/country in the entire Congregation.

Besides being a scholar of great merit Fr. Thekkedath served also as the Rector of Sacred Heart Seminary, Poonamallee, Chennai (1970-’74) founded in 1936 by Archbishop Louis Mathias sdb;  Rector of Kristu Jyoti College, Bangalore (1981-’85) and Provincial of the Sacred Heart Province of Bangalore (1985-1991). After his term as Provincial, Fr. Thekkedath returned to Kristu Jyoti College as Professor of Church History and Patrology and remained on there till his death.

The Istituto Storico Salesiano (ISS) and the Associazione Cultori Storia Salesiana (ACSSA) deeply mourn his death and pray for the eternal repose of his soul.

Fr. Thomas Anchukandam sdb

Direttore – ISS

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano – 20 novembre 2018

riunione iss

Martedì 20 novembre 2018 all’Università Pontificia Salesiana (UPS) si è svolta l’Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano (ISS), a cui ha partecipato il Rettor Maggiore, don Ángel Fernández Artime. I membri presenti sono stati: don Thomas Anchukandam, don Francesco Casella, don Miguel Canino, don Aldo Giraudo, don Francesco Motto, don José Manuel Prellezo, don Giorgio Rossi e don Stanisław Zimniak. Era assente: signor Iván Ariel Fresia.

Dopo la preghiera il Direttore dell’ISS, don Thomas Anchukandam, ha salutato tutti i presenti, rivolgendosi con una parola di riconoscenza per la molto gradita presenza del Rettor Maggiore, don Ángel Fernández Artime. Il Rettor Maggiore ha risposto all’appello dei Membri dell’ISS al fine di parlare della situazione attuale dell’ISS e delle prospettive per il suo futuro. Un incontro d’importanza perché ha permesso di scambiare i pareri dopo il trasferimento dell’ISS nel campo universitario dell’UPS (nell’autunno 2017) e dopo la decisione, presa dal Rettor Maggiore, con il suo Consiglio generale, di inserirvi l’ISS in modo stabile, pur rimanendo alla sua dipendenza (veda la lettera del suo Vicario, don Francesco Cereda, del 16 febbraio 2018). Quindi è stata conclusa una epoca e incominciata una nuova fase d’attività in ambiente che pone non solo nuove sfide per l’ISS, ma crea anche le nuove opportunità.

Alla presenza del Rettor Maggiore, compreso dei suoi opportuni interventi di chiarimento o di precisazione, i Membri dell’ISS hanno trattato i seguenti temi: la relazione del Direttore, don Anchukandam, sull’attuale situazione della biblioteca dell’ISS, la cui sistemazione definitiva richiederà ancora tempo. Il segretario in termini sintetici ha riferito sulla riunione del Consiglio Direttivo, seguito da quello della Redazione delle “Ricerche Storiche Salesiane”, svoltosi il 19 ottobre 2018. Il Direttore ha raccontato sulla recente nomina del signor Iván Ariel Fresia, salesiano argentino, come Membro Associato. Ora permane la questione di concordare con lui le modalità di cooperazione con l’ISS, cioè circoscrivere i campi di indagine storica. Ha analizzato la situazione del personale, evidenziato che sulla lista siamo addirittura nove, ma in verità sono quattro che si impegnano per portare avanti la ricerca e da sottolineare che tre di questi sono coinvolti nell’intensa attività dell’ACSSA; il Rettor Maggiore ha assicurato di interessarsene e ha proposto di una soluzione di aggregare all’ISS i docenti di storia, attivi in vari centri salesiani, però non a tempo pieno, ma concordando il piano della ricerca con il Consiglio Direttivo dell’ISS. Si è concordi che si dovrà rinforzare il numero stabile dei membri.

Al centro dell’attenzione dei membri, dal punto di vista strategico, rimane l’impegno per la pubblicazione della rivista “Ricerche Storiche Salesiane” che costituisce una “finestra” insostituibile dell’ISS verso il mondo salesiano e quello ad esso esterno. Tuttavia questo non è sufficiente per una istanza culturale a carattere internazionale che dovrebbe portare avanti altri progetti di ricerca a raggio mondiale.

È stata chiarita la responsabilità per l’organizzazione di due congressi mondiali: 1. su don Paolo Albera da realizzare alla fine dell’anno 2021; 2. su san Francesco di Sales da compiere entro l’anno 2022. Il primo è di competenza dell’ISS e il secondo dell’Istituto di Spiritualità della Facoltà di Teologia. Si è esaminato lo stato di preparazione della serata di studio sul tema: “Oratorio salesiano” la cui data è stata fissata al 13 dicembre 2018. Si tratta di una serata di studio organizzata dall’ISS in collaborazione con il Centro Studi di Don Bosco e l’Istituto di Teoria e Storia dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana per presentare due volumi inerenti a don Pietro Braido. L’organizzazione è affidata a: don Michail Vojtaš, don Carlo Nanni e don Francesco Motto. Successivamente è stata presentata la bozza del bilancio preventivo per l’anno 2019. Poi la relazione sulle pubblicazioni in corso: 1. Il secondo volume delle FONTI SALESIANE (curatori: don Th. Anchukandam, don A. Giraudo e don J. Prellezo). 2. L’ottavo volume dell’Epistolario di don Bosco curato da don F.  Motto. 2. Il volume della corrispondenza dei belgi con don Bosco a cura di Wim Provoost. È stata revisionata la programmazione di ricerche per gli anni 2016-2020. Brevemente si è parlato delle riviste in abbonamento o di scambio che assicurano l’aggiornamento in vari campi della ricerca storica. Si è ritornato sulla questione della visibilità sito ISS-ACSSA all’interno del sito ufficiale della Congregazione: www.sdb.org. Don Aldo Giraudo, membro del Comitato, ha riferito sullo stato di elaborazione delle norme editoriali per l’edizione critica delle fonti salesiane. Il segretario ha rinnovato l’appello a pensare ai nuovi studiosi da mettere sulla lista di recensori/revisori.

Il caporedattore ha informato che il materiale per il secondo numero della rivista “Ricerche Storiche Salesiane” è stato presentato al Consiglio di Redazione, il 19 ottobre 2018. Dopodiché è stato consegnato alla stampa. È composto da tre contributi nella sezione studi, seguito da testo dell’edizione critica nella sezione fonti; è mancato il contributo per quella dei profili. Nella sezione delle note ci sono due contributi; a ciò si aggiungono sei recensioni e una segnalazione. Ha riferito sul materiale che gli è stato consegnato dai membri e dai altri (sempre tramite dei membri ISS) per i due numeri dell’anno 2019. Per il primo numero il materiale sembra sufficiente, invece per il secondo sono le sezioni ancora scarsamente coperte. È stata presentata la risposta dei Membri ISS alla scheda: 2019-2020, la quale è stata spedita a tutti i membri ISS. Purtroppo nemmeno un terzo ha fornito una risposta. I presenti hanno approvato che i due numeri della rivista: l’anno 2021 – sarà riservata agli studi sulla figura di don Paolo Albera. Il caporedattore ha ringraziato coloro che hanno collaborato, specie poi sollevato l’importanza dei recensori che hanno aiutato in modo efficace di evitare a far passare i contributi di discutibile consistenza scientifica. È stato rinnovato l’appello di rendersi disponibili per le recensioni di studi che sono arrivati in sede dell’ISS. Un lavoro molto prezioso. Naturalmente è stato chiesto di fornire le informazioni circa le nuove pubblicazioni inerenti la storia salesiana al fine di inserirli nel repertorio bibliografico.

I lavori dell’Assemblea sono stati non solo assistiti, ma anche condivisi dal Rettor Maggiore. La sua attiva presenza è una espressione luminosa che conferma l’interesse della nostra Congregazione per la coltivazione della memoria storica: è un atteggiamento che si pone in piena sintonia con l’attenzione per la cura della memoria storica del nostro Fondatore, don Bosco.

A cura di don Stanisław Zimniak – segretario di coordinamento ISS

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]

“FIGURE SALESIANE RILEVANTI TRA IL XIX E XX SECOLO”. Seminario Europeo. Bratislava – Slovacchia, dal 31 ottobre al 4 novembre 2018

bratislava 3
 Vojnary: il paese nativo del beato Titus Zeman, SDB.  Il gruppo dei Cultori di Storia Salesiana intorno alla sua statua, collocata di fronte alla chiesa in cui fu battezzato

 

Si è concluso Il 4 novembre scorso, presso il “Centrum Salvator” di Bratislava si è concluso il Seminario europeo dell’Associazione Cultori di Storia Salesiana (ACSSA), organizzato con la collaborazione dell’Istituto Storico Salesiano (ISS). Sono state presentate le “Figure salesiane rilevanti fra il XIX e XX secolo in Europa” – vale a dire quei Salesiani (SDB) e quelle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA) che, pur diversi per formazione, cultura, abitudini e contesti di azione, in un tratto breve o lungo della loro vita, hanno rappresentato e vissuto, in modo significativo, originale, o comunque particolare, l’unica missione salesiana.

I lavori si sono aperti il pomeriggio del 31 ottobre con la lettura dei messaggi del Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime, della Superiora Generale FMA, Madre Yvonne Reungoat, e i saluti degli Ispettori SDB-FMA della Slovacchia, don Jozef Ižold e suor Monika Skalová e della Responsabile Maggiore delle Volontarie di Don Bosco (VDB), Oľga Krížová.

Con la prima conferenza della prof.ssa Emilia Hrabovec sul “Contesto storico-ecclesiale della Slovacchia dal primo dopoguerra al 1990” e la presentazione dei gruppi della Famiglia Salesiana presenti in Slovacchia, i 50 partecipanti al seminario sono stati introdotti a conoscere in modo efficace il territorio sede del seminario, soprattutto grazie a testimoni della consacrazione religiosa vissuta in clandestinità. L’avvio vero e proprio dei lavori si è poi avuto con la relazione introduttiva del Presidente ACSSA, don Francesco Motto, che ha illustrato gli obiettivi del seminario, la metodologia che si sarebbe seguita e i criteri dati per la scelta dei personaggi (fra cui l’esclusione delle figure dei santi, beati, venerabili e servi di Dio, che godono già di una certa letteratura e quelle dei Rettori Maggiori e delle Madri Generali e loro Consiglieri, già oggetto di studi precedenti).

Le 34 relazioni esposte nei giorni seguenti – da parte di 17 Salesiani, 12 Figlie di Maria Ausiliatrice, 2 membri di altri gruppi della Famiglia Salesiana e 3 laici – presentate secondo la direzione geografica Est-Ovest, e hanno permesso di evidenziare come la missione salesiana lungo la sua storia si sia manifestata in modo “originale”, “tipico”, “peculiare” nella vita di determinati religiosi e religiose. Tutti costoro, in risposta ai vari contesti politici ed educativi, hanno saputo dare il meglio di se stessi nei diversi ruoli ricoperti in Congregazione: come Ispettori, Direttori, animatori di oratorio, animatori vocazionali, scrittori di teatro, di musica, artisti, editori, insegnanti, assistenti, missionari, vescovi…

Geograficamente, i personaggi rappresentati appartenevano a diverse nazionalità: 16 all’Italia, 5 alla Polonia, 4 alla Spagna, 2 alla Slovacchia, 1 alla Germania, 1 Austria-Germania, 2 a Gran Bretagna/Sud Africa e 1 rispettivamente a Slovenia, Belgio/Congo Belga, e Portogallo.

Se “nel passato c’è il seme del presente, che tutti conosciamo, ma anche del futuro che invece dobbiamo consapevolmente costruire con fedeltà e creatività” – come ha scritto il Rettor Maggiore nel suo saluto augurale al Seminario – è evidente che il profilo di alcuni personaggi “rilevanti” del passato illustrati nel corso del Seminario possa tornare utile, per ispirare il “profilo del salesiano per i giovani di oggi”, come chiede il prossimo Capitolo Generale 28.

Trattandosi di un Seminario di indole metodologica, ogni relatore ha potuto rendersi conto, personalmente e nel dialogo, delle diverse modalità per individuare le fonti di studio in vari archivi, interrogarle con intelligenza, analizzarle in profondità e di interpretarle senza anacronismo e alterazioni deformanti. Affinato così nel confronto il metodo di lavoro, ognuno potrà migliorare l’esito della propria ricerca, in vista del Convegno Internazionale, già fissato per il novembre 2020.

Nella giornata “libera” di metà seminario, i partecipanti hanno potuto visitare Šaštin, Devin e Vajnory (paese nativo del Beato Titus Zeman), luoghi significativi della storia e spiritualità slovacca e della vita salesiana nei tempi difficili del XX secolo; e, di nuovo a Bratislava, l’Archivio Nazionale della Memoria, la cui visita è stata completata dalla presentazione del DVD sulle testimonianze delle religiose in campo di concentramento. Queste esperienze hanno contribuito a raggiungere la stessa finalità del seminario: mettere le persone a diretto contatto con luoghi, situazioni, documenti, eventi del passato: tutti elementi che costituiscono “fonti” di ogni seria ricerca storica.

Al termine dei quattro giorni, è stata espressa da parte di tutti soddisfazione per il lavoro svolto, per le prospettive di immediato futuro (2020), per il clima di collaborazione che si è avuto, e per l’accoglienza e il costante accompagnamento da parte delle FMA e dei SDB di Bratislava. Per maggiori informazioni – e per i testi delle relazioni – è disponibile il sito di ACSSA Europa: https://acssaeuropa.wixsite.com/acssaeuropa2018

Bratislava 1

Divín – I convegnisti davanti al monumento collocato presso la confluenza del fiume Morava con il Danubio.
È stato eretto per ricordare le numerose vittime del regime comunista,
fucilate mentre stavano attraversando il fiume verso l’Europa dell’ovest.
bratislava 2
Cultori di Storia Salesiana nell’aula durante la presentazione delle ricerche.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
[Top]