riunione iss

Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano – 20 novembre 2018

Martedì 20 novembre 2019 all’Università Pontificia Salesiana (UPS) si è svolta l’Assemblea dell’Istituto Storico Salesiano (ISS), a cui ha partecipato...

bratislava 3

“FIGURE SALESIANE RILEVANTI TRA IL XIX E XX SECOLO”. Seminario Europeo. Bratislava – Slovacchia, dal 31 ottobre al 4 novembre 2018

 Vojnary: il paese nativo del beato Titus Zeman, SDB.  Il gruppo dei Cultori di Storia Salesiana intorno alla sua statua,...

equipe acssa brasil e secretarios inspetoriais

VIII ENCONTRO ACSSA BRASIL E SECRETÁRIOS/AS INSPETORIAIS – 04 a 06 de setembro de 2018

No quinto ano de existência da ACSSA Brasil, a Equipe e Secretários/as Inspetoriais reuniram-se em Brasília DF para formação, avaliação...

copertina braido

Pietro Braido: Per una storia dell’educazione giovanile nell’oratorio dell’Italia contemporanea

I saggi di Braido qui proposti rappresentano un’occasione propizia per riportare l’attenzione sull’importanza di un sempre più rigoroso prosieguo degli...

acssa Spagna giugno 2018

Breve riassunto del verbale della riunione di ACCSA-E tenuta nella Casa Don Bosco il 30 giugno 2018

  Saluti del presidente  Rivolgo a tutti un cordiale saluto, con una menzione speciale a María Dolores (Loli) Ruiz, che...

india

CONTINENTAL SEMINAR OF ACSSA SOUTH ASIA “Incisive and Innovative Salesian Personalities of India” Don Bosco Provincial House, Hyderabad, 22-24 June 2018

The third continental seminar of South Asia ACSSA – the first of the continental seminars of this season – commenced...

ACSSA Italia 28 aprile 2018

Riunione annuale della Presidenza ACSSA

Il 28 aprile 2018 si è tenuta all’Università Pontificia Salesiana (Roma) la seduta annuale della Presidenza ACSSA (Associazione Cultori Storia...

Ventura pib

L’immagine di don Bosco sulla stampa italiana. Negli anni 1888, 1929 e 1934

  Appare in prossimità della Pasqua questo volume della Piccola Biblioteca dell’Istituto Storico Salesiano (ISS), che affronta un tema di...

ACSSA- 17 febbraio 2018 (002)

Assemblea ACSSA Spagna – Madrid, 17 febbraio 2018

  BREVE RIASSUNTO DEL VERBALE DELLA RIUNIONE DI ACSSA-ESPAÑA TENUTO A MADRID IL 17 FEBBRAIO 2018   Il 17 febbraio...

appunti di pedagogia (2)

Appunti di pedagogia di Giulio Barberis (1847-1927)

Il sacerdote salesiano Giulio Barberis entra nella cerchia dei discepoli e collaboratori di don Bosco, riconosciuti come figure chiave per...

ciammaruconi 3

Un clero per la «città nuova»

PREFAZIONE di Augusto D’Angelo   Littoria, dal punto di vista storico, rappresenta un osservatorio interessante per molti motivi. È il...

< >

Tag: Jesús Graciliano Gonzalez

Nomine e impegni per l’Istituto Storico Salesiano

In vista della preparazione e celebrazione del Bicentenario della nascita di Don Bosco, il Rettor Maggiore ha dato un nuovo impulso all’Istituto Storico Salesiano (ISS) che in questi giorni celebra il suo trentennale di fondazione.

Con una lettera inviata ai tutti i membri dell’ISS, ieri, 12 gennaio, Don Pascual Chávez ha notificato la nomina del nuovo Direttore, l’aggiunta di nuovi membri e indicato impegni in vista del 2015.

Il nuovo Direttore dell’Istituto Storico, per il quadriennio 2012-2015, è don José Manuel Prellezo, docente ordinario emerito della Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’UPS e membro associato dell’Istituto storico dal 1984.

Don José Manuel Prellezo, nato a Espiñama (Spagna) nel 1932, è residente dal 1985 presso la Visitatoria “Maria Sede della Sapienza” (Università Pontificia Salesiana) di Roma. Ammesso come membro dell’ISS del 2004, è co-autore del “Dizionario di Scienze dell’Educazione” (Editrice LAS) e autore della nuova edizione spagnola delle “Memorie dell’Oratorio” (Editorial CCS, Madrid).

Altra novità è l’ampliamento membri associati dell’ISS; a don Francesco Casella, don Aldo Giraudo e don Prellezo, si aggiungono: don Bruno Bordignon, don Miguel Canino, don Giorgio Rossi e don Norbert Wolff, nominato Vice-Direttore. L’ISS, la cui sede è presso la Casa generalizia in via della Pisana, risulta costituito complessivamente da dieci componenti: sette associati e tre stabili, che sono don Jesús Graciliano Gonzalez, don Francesco Motto, don Stanisław Zimniak che continua ad essere il Segretario di coordinamento.

Nella stessa lettera, il Rettor Maggiore ricorda alcuni impegni che i membri dell’ISS, oltre a quelli già assunti in vista del 2015, sono chiamati ad assolvere in vista del Congresso Storico Internazionale del Bicentenario. Oltre l’adempimento dei fini istituzionali previsti dallo Statuto, l’ISS è chiamato a proseguire la pubblicazione semestrale della collana “Ricerche Storiche Salesiane” per la quale si dovrà procedere alla costituzione di un Gruppo di redazione e di un Redattore capo o Coordinatore; a concretizzare la decisione del Capitole Generale 26 circa le fonti salesiane, “Il Rettor Maggiore con il suo Consiglio curi la traduzione e la pubblicazione di una raccolta delle principali fonti salesiane” (n. 12);

L’ISS è stato eretto dal Rettor Maggiore Don Egidio Viganò 30 anni fa; il decreto di erezione porta la data del 23 dicembre 1981, mentre il suo Statuto è entrato in vigore il 31 gennaio 1982. Al primo Direttore don Pietro Braido è succeduto nel 1992 don Francesco Motto che continuerà il suo impegno nell’ISS portando a termine l’Epistolario di Don Bosco.

Don Chávez, assicurando nuovi interventi nel prossimo futuro per l’ISS, attesta: “In questi anni l’Istituto Storico è cresciuto nella quantità di opere prodotte, nell’ampliamento della propria azione con la fondazione dell’ACSSA (1996) e nella qualità scientifica dei lavori realizzati”.

Pubblicato il 13/01/2012

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

De la otra parte de las rejas

L’“Associazione Cultori Storia Salesiana” (ACSSA) ha recentemente pubblicato un libro dal titolo “De la otra parte de las rejas”, (Dall’altra parte delle sbarre) nel quale sono stati raccolti gli scritti di don Ernest Macák, salesiano sacerdote slovacco, confinato nel 1950 nel campo di concentramento per religiosi di Podolínec.
La pubblicazione, in lingua spagnola, del diario di don Macák è stata curata da don Jesús Graciliano González, membro de la ACSSA e dell’Istituto Storico Salesiano (ISS), che nella introduzione del libro presenta una ricca sintesi del contesto storico nel quale hanno avuto corso gli avvenimenti e i fatti raccontati e sofferti da parte di don Macák.

Il diario narra la storia del salesiano Ernest Macák, nato nel 1920 e ordinato sacerdote nel 1946, concentrandosi in modo particolare sulla vicenda di molti religiosi perseguitati dal regime comunista dell’allora Cecoslovacchia, memorie “scritte – sottolinea lo stesso autore – clandestinamente nel campo di concentramento per religiosi di Podolínec nella Slovacchia orientale durante l’anno 1950, dopo la cosiddetta ‘notte barbara’ tra il 13 e il 14 aprile”.

Il lettore potrà conoscere più da vicino le vicende vissute da molti salesiani e religiosi slovacchi durante i tempi della persecuzione e, in modo particolare, la storia di don Macák che successivamente ebbe modo di rifugiarsi in Italia e poi in Svizzera da dove, una volta caduto il regime, fece ritorno in Slovacchia nel 1990, reintegrandosi nell’Ispettoria salesiana della quale dal 1993 al 1999 ne fu anche superiore.

“De la otra parte de las rejas” sarà presentato il prossimo 1º novembre durante il Seminario Europeo organizzato dall’ACSSA in collaborazione con l’ISS e che si svolgerà dal 31 ottobre al 4 novembre a Cracovia, Polonia.

tratto da infoans e pubblicato il 17/10/2007

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail [Top]

L’educazione salesiana dal 1880 al 1922

Sono stati pubblicati gli atti del 4° Convegno Internazionale di Storia dell`Opera Salesiana, svoltosi dal 12 al 18 febbraio 2006 a Città del Messico e promosso dall`Associazione Cultori di Storia Salesiana (ACSSA) in stretta collaborazione con l’Istituto Storico Salesiano (ISS).
L`opera, in due volumi, raccoglie 33 ricerche riguardanti la prassi apostolico-educativa salesiana nel periodo che va dal 1880 al 1922 e che coprono varie aree geografiche dell`Europa, delle Americhe e dell`Africa. Sono stati analizzati numerosi settori e tipologie dell`azione salesiana.

Dalla lettura emerge chiaramente che i membri della Società Salesiana e dell`Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice non solo si presentano come educatori/educatrici, ma sono stati anche percepiti come tali dai vari operatori sociali, culturali e, soprattutto, dalle autorità scolastiche sia ecclesiastiche che civili. Dalle ricerche emerge anche la piena convinzione dei religiosi e delle religiose di essere portatori di un proprio sistema educativo.

L’educazione salesiana dal 1880 al 1922

L’educazione salesiana dal 1880 al 1922

Il primo volume contiene cinque relazioni a carattere generale e dieci che riguardano vari Paesi d`Europa: Italia, Spagna, Austria e Inghilterra, e un Paese africano: la Repubblica Democratica del Congo. Nel secondo volume sono collocate le indagini riguardanti l`opera salesiana nelle Americhe: Argentina, Brasile e Messico sono rappresentati da quattro contributi per ciascun Paese. Una singola ricerca, invece, è dedicata a Bolivia, Colombia, Ecuador, Stati Uniti e Uruguay.

I due volumi, curati da don Jesús Gracilino González, sr. Grazia Lo parco, don Francesco Motto e don Stanislaw Zimniak, è edito dalla LAS – Libreria Ateneo Salesiano.

tratto da infoans e pubblicato il 08/06/2007

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail [Top]