1Fin dal 2008  l’istituto di formazione superiore Don Bosco Nerul gestisce anche un oratorio serale giornaliero per bambini e ragazzi e, prima del lockdown a causa del coronavirus,  contava la presenza di circa 200 di loro provenienti dai villaggi e dalle baraccopoli di  Karavegaon e di Belpaur.

Ai giovani di  Karavegaon vengono messi a disposizione, i locali della scuola sia per le lezioni serali, che per le lezioni di approfondimento e per uso ricreativo, mentre i bambini più piccoli del villaggio di Belapur possono usare i locali che sono stati messi a disposizione della scuola dal venditore di verdure.

I genitori di questi bambini hanno un lavoro che prevede il pagamento del salario giornalmente e se non lavorano non vengono pagati, svolgono i lavori più umili e vivono alla giornata.

Alcuni bambini hanno raccontanto ai responsabili dell’oratorio e agli insegnanti delle difficoltà che stanno attraversando in questo momento e hanno chiesto aiuto per le loro famiglie.

I salesiani di Don Bosco Nerul non si sono tirati indietro e hanno iniziato a distribuire porta a porta aiuti alimentari e buoni spesa per ciascuna delle loro famiglie.

I buoni possono essere spesi presso la drogheria locale e prevedono la consegna di un pacco contenete alimenti e altri generi di prima necessità in quantità tali da sostenere la famiglia per un’intera settimana.

Don Bosco nel Mondo su Facebook

Don Bosco nel Mondo su Twitter

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo